Provincia di Luccaaree protette della provincia di lucca
aree protette
normativa
eventi
links
pubblicazioni
mappa
contatti
 
 

LAGO E RUPI DI PORTA

 
 
 
 
   
 

STUDI, RICERCHE E PROGETTI

Sono in corso ricerche scientifiche sul popolamento biotico e sulle acque; progetti di miglioramento e diversificazione ambientale (creazione di aree con acque libere all’interno del canneto, gestione della vegeatzione elofitica, sistemazione di aree demaniali per la fruizione e la didattica); divulgazione delle peculiarità dell’area protetta e coinvolgimento di diversi soggetti (cittadini, scuole, gruppi, associazioni) nella sua gestione e valorizzazione; progetti per il recupero e la valorizzazione delle attività tradizionali locali legate all’uso delle piante palustri; coordinamento degli interventi con gli altri Enti competenti sull’area.

Hanno preso avvio nel 2006, progetti finanziati dalla Regione Toscana come il progetto di sistema “In volo dai Monti Pisani al Lago di Porta: la conoscenza, il restauro ecologico e il monitoraggio” e “Interventi per la biodiversità e l’avifauna all’interno dell’ANPIL Lago di Porta”.

Negli ultimi anni sono stati effettuati interventi di riqualificazione ambientale, finalizzati a migliorare la funzionalità ecologica della zona umida.Tra questi ricordiamo la creazione di un canale perimetrale, alcuni isolotti e l'ampliamento degli specchi d’acqua, per un totale di circa due ettari.

Nell'area protetta sono in corso progetti ed azioni curati in particolare dal Comitato di Gestione, e che si appoggiano a finanziamenti della Regione, aventi le seguenti finalità:

- conservazione degli ambienti di interesse naturalistico, attraverso interventi di diversificazione ambientale Toscana (sfalcio della cannuccia di palude per creare aree aperte, controllo della vegetazione infestante);

- miglioramento della visibilità dell'area protetta (cartellonistica, segnalazione dell'area);

- ricerca scientifica e monitoraggio ambientale;

- recupero delle attività tradizionali legate all'utilizzo delle piante palustri.

È inoltre stato presentato alla Regione Toscana un progetto preliminare di ristrutturazione della Casina Mattioli, un fabbricato rurale di proprietà del comune di Montignoso situato alle porte del Lago, con l’intento di trasformarla in un centro Visite delle aree protette della provincia di Massa Carrara e della Versilia, con funzione anche di centro didattico e di foresteria.

 

La Provincia di Lucca ha curato la stesura di uno Studio di assetto paesaggistico che individua priorità di interventi e di gestione, le “porte dell’ANPIL” e il sistema dei percorsi.Lo studio potrà essere utile per la stesura del Piano di gestione del SIR.

 

   

Valid XHTML 1.0 Strict